Come attivare vecchio sblocco schermo tramite tasto Home su iOS 10

Con l’arrivo di iOS 10, l’Apple ha cambiato una marea di cose nei nostri iPhone e iPad. In particolare, ha cambiato anche il modo con il quale effettuiamo l’accesso ai nostri dispositivi, quando dobbiamo sbloccarli tramite il tasto Home.

Come mai quest’ambiente è cambiato? E’ naturale che ora iOS funzioni in una maniera differente. Con l’arrivo del 3D Touch, sono state attivate nuove funzioni che possono interferire con quelle vecchie. L’Apple nel cercare di risolvere l’intera situazione ha deciso di rinnovare l’Home a cui tanti utenti erano affezionati, essendo questa presente fino ad iOS 9. Lo stesso è connesso con il Touch ID, il quale funziona ormai da parecchio tempo ed è il “cancello” d’accesso a parecchie delle funzioni del cellulare.

Con il nuovo metodo d’accesso l’Apple ha così inserito delle nuove funzioni che permettono di visualizzare Widgets sempre più innovativi, con una gestione dei permessi attualmente in regola. Ciò risultano in un organizzazione delle prestazioni e dell’energia più in regola. A termine della faccenda, non sempre c’è bisogno di giostrare questa funzione, almeno non se avete inserito un Touch ID nel vostro iPhone: basta infatti in quel caso premere solo due volte il tasto Home per accedere al cellulare.

Ma se volete, ecco come è possibile tornare al vecchio tipo di Home con tanto d’accesso classico:

home-ios

Per prima cosa, andate nelle impostazioni e quindi in Generale. Passate in basso fino ad Accessibilità. Noterete al suo interno che c’è una funzione chiamata Home. Aprendolo potrete manovrare la maggior parte delle funzioni dedicate al tasto Home e al suo comportamento generale. Potete scegliere fra la velocità (e quindi la sensibilità) del “click” e anche cambiare la modalità di funzione dell’Home così come andava una volta.

Adesso, ogni volta che premete il tasto Home, sbloccherete il dispositivo e allo stesso modo lo riattiverete. Questo disattiverà a sua volta alcune funzioni della Home “nuova” ma non è niente di grave.

About the Author: admin

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *