Messaggi non inviati da iPhone a Android, perchè?

Sei passato da poco da un iPhone ad Android e ti sei accorto che non ricevi più messaggi SMS dagli amici che hanno un iPhone? Per quanto i prodotti della casa di Cupertino possono essere così affidabili, alcune volte finiscono per dare qualche stupido errore…ecco cosa possiamo fare per eliminare il problema.

imessage

Prima di tutto, per quale motivo succedono cose del genere? Perché iMessage, il programma dell’Apple per le comunicazioni SMS ed altro, ha un particolare sistema che controlla se gli utenti che stanno comunicando sono attualmente iscritti al servizio. Se entrambi lo sono, anche un messaggio SMS viene “convertito” per iMessage. E’ una struttura del tutto automatica e non c’è un modo vero e proprio per cambiarlo.
L’unico modo per capire la differenza fra un iMessage genuino ed un SMS convertito è nel colore del messaggio: se è Blu, è stato mandato da iMessage. Se è Verde, è stato mandato tramite SMS (poi convertito sempre dal sistema).

La chiave di tutto è dunque l’iscrizione al servizio dell’Apple, che rimane anche quando non abbiamo più un iPhone. Per questo i messaggi che vengono convertiti dal sistema non vengono visualizzati da Android: vengono rifiutati. La soluzione sta nel rimuovere l’iscrizione ad iMessage attraverso due modi.

Il primo modo è quello ideale se non avete più il vostro iPhone a portata di mano. Basta andare a quest’indirizzo (https://selfsolve.apple.com/deregister-imessage/it/it) e eliminare la registrazione al servizio ricevendo un messaggio di testo di conferma al nostro numero.

Alternativamente, se abbiamo ancora il nostro iPhone, possiamo disattivare l’iscrizione ad iMessage prima di passare ad Android andando in Impostazioni => Messaggi. Di lì, disattivate iMessage. Vale la pena anche disattivare Facetime poiché passa anche quello per lo stesso servizio.

Ricordatevi di fare sempre un backup dei vostri contatti prima di disattivare questi servizi definitivamente, la prudenza come si sa non è mai troppa!

About the Author: admin

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *